Pubblicato in: La nostra voce

Intervista a Beatrice

1- Cos’è l’alternanza scuola lavoro?

L’alternanza scuola lavoro rappresenta un  modo per giovani studenti, di farsi un’idea di quello che è il mondo del lavoro.

2- Cosa rappresenta per te l’alternanza scuola lavoro?

Per me l’alternanza scuola lavoro rappresenta un’opportunità per iniziare a guardarmi intorno nel mondo del lavoro e per rapportarmi meglio e con responsabilità ai doveri che ne derivano.

3- Perché  in un museo?

Ho scelto di fare la mia esperienza in un museo per le affinità che un impiego del genere presenta con l’indirizzo scolastico che frequento.

4- Quali competenze pensi siano necessarie per lavorare in un museo?

Le competenze che secondo me sono necessarie per fare un lavoro del genere, sono ad esempio la conoscenza di lingue straniere, ma anche l’approccio accogliente e la comunicatività; una persona che lavora in un museo a mio parere deve sapersi porre al pubblico, e saper mettere a proprio agio le persone; cosa che purtroppo tutti non sono in grado di fare, io per prima. Credo che la comunicazione che si ha con il pubblico sia ddifficile da “imparare”, credo dipenda molto dalla personalità di una persona; ma non è mai stato provato ad insegnarla nelle scuole, forse potrebbe dare buoni frutti.

5- Fare questa esperienza al museo in cosa pensi che ti sia servito, sia a livello personale che scolastico?

Credo che quest’esperienza mi abbia aiutato a livello scolastico per incrementare le mie conoscenze generali; e a livello personale per responsabilizzarmi.

6- Ultimamente ci sono molte polemiche sull’alternanza, in particolare per lo sfruttamento del lavoro. Hai seguito queste polemiche? Pensi sia vero?

Ad essere sincera non sapevo ci fossero polemiche del genere riguardo l’alternanza; di sicuro non rappresenta il mio caso, o quello dei miei compagni di scuola. Forse qualcuno se ne potrebbe approfittare, ad esempio alcuni “settori” in cui è necessario il lavoro manuale. Studenti che lavorano all’istituto alberghiero e magari, lavorano tutto il giorno per un ristorante senza ricevere alcuna retribuzione, oppure studenti dell’istituto di Meccanica, Meccatronica ecc., che vengono mandati nelle officine.

7- Dopo questa prima parte dell’esperienza pensi di aver cominciato ad imparare il lavoro al museo o pensi di aver acquisito o rafforzato delle competenze?

Penso solo di aver acquisito delle competenze, non mi riterrei ancora all’altezza di lavorare in un museo. Per il mio futuro credo sia necessario acquisire maggiori competenze in merito alla comunicazione; mi servirà molto sbloccarmi di più ed essere meno timida, magari imparare metodi di mediazione che mi rendano in futuro un po’ più intraprendente.

8- Consiglieresti a qualcuno l’esperienza di alternanza al museo?

Si, consiglierei l’esperienza del l’alternanza al museo… io mi sono trovata molto bene e sicuramente mi troverò bene anche quest’anno.

Autore:

Studentessa impegnata nell'Alternanza-Scuola Lavoro al museo Benozzo Gozzoli di Castelfiorentino.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...